Museo di Scienze della Terra

Museo Scienze della Terra, logo

 

MUSEO DI SCIENZE DELLA TERRA
c/o Dipartimento di Scienze Fisiche della Terra e dell’Ambiente
Strada Laterina 8 – 53100 Siena
Tel. prenotazioni 0577 233838 (int. 3838)
Tel. centralino 0577 235494 (int. 5494)

Email:  museodiscienzedellaterra@unisi.it
Responsabile: Giancarlo Pagani, email: giancarlo.pagani@unisi.it

Presentazione del museo
Museo Scienze della Terra, vetrine

 

Il Museo di Scienze della Terra  fa parte del SIMUS,  Sistema Museale Universitario Senese e collabora con la FMS, Fondazione Musei Senesi.

 

Il Museo è aperto dal Lunedì al Venerdì solo su prenotazione via email o telefonica ai recapiti sopra indicati, la visita guidata al Museo è gratuita.
 

La nostra storia
Museo Scienze della Terra, tavolo in laboratorio

 

A partire dalla prima metà degli anni ’80 del ‘900 le collezioni mineralogiche, petrografiche e paleontologiche esistenti fin dall’inizio degli anni ’70 nell’Istituto di Geologia e Paleontologia sono state organizzate e integrate con campioni didattici e museali di fossili, minerali e rocce.

 

Solo alla fine degli anni ’90, nella nuova sede dell’allora Dipartimento di Scienze della Terra, divenuto nel 2013 Dipartimento di Scienze Fisiche della Terra e dell’Ambiente, le collezioni hanno potuto trovare una collocazione ostensiva di tipo museale.

Le collezioni
Museo Scienze della Terra, grosso cristallo di barite

 

Il museo di Scienze della Terra conserva collezioni cartografiche, geologiche, mineralogiche, petrografiche, paleontologiche e antropologiche, comprendenti alcune centinaia di campioni, organizzate mediante un sistema ostensivo, costituito da 20 vetrine tematiche; una significativa collezione di rocce ornamentali costituita da espositori a parete con lastre di rocce anche di grandi dimensione, numerosi sussidi didattici di cui alcuni interattivi.

Le collezioni sono esposte nei tre edifici sedi del DSFTA che ospita il Museo.

Tra le peculiarità del Museo, nella sezione mineralogica, vanno evidenziati alcuni grandi campioni : un cristallo di barite di oltre 50 cm di lunghezza che rappresenta un primato mondiale per il Museo trattandosi del più grande di questa specie fino ad oggi ritrovato. Due grandi campioni zolfo provenienti dalle miniere siciliane, un campione di malachite botroidale dell’ex Congo e un cristallo di quarzo, con inclusi cristalli di shorlite, proveniente dal Brasile.

 

Di seguito trovate i link per una breve presentazione di alcune nostre collezioni.

 

 

Divulgazione scientifica e Mission

 

L’esperienza nel campo della divulgazione scientifica , acquisita in oltre 30 anni di attività, si è tradotta in una consistente offerta didattica, varia  e articolata, comprendente numerose attività di laboratorio interattivo.

Il nostro obiettivo è di approfondire gli aspetti legati allo studio delle Scienze della Terra e sviluppare tematiche più applicative riguardanti:  terremoti, climatologia, ambiente, morfologia e paesaggio, combustibili fossili ed energie alternative.

Emergono tra le altre attività, l'impegno per la valorizzazione dei siti di rilevante interesse geo-mineralogico e quella di ricerca e conservazione del patrimonio mineralogico della Toscana e in particolare della provincia di Siena.

Tra le altre attività del Museo emerge per interesse divulgativo e didattico la “Settimana della Geologia”, l’occasione per una full-immersion geologica pluridisciplinare dedicata soprattutto all’utenza scolastica comprendente numerosissime iniziative comprese escursioni nel territorio e laboratori interattivi.

 

Di seguito trovate il link ad un documento contenente tutta l'offerta didattica proposta dal Museo di Scienze della Terra.