Laboratorio di Biologia farmaceutica (ENG)

Laboratorio Biologia Farmaceutica 2: Tecniche di biologia cellulare

Il laboratorio di Biologia farmaceutica possiede le attrezzature necessarie ad affrontare le fasi di ricerca sperimentale relative alle piante medicinali, dalla raccolta del materiale vegetale, ai processi di estrazione, separazione e purificazione dei principi attivi, dalle analisi fitochimiche alle valutazioni in vitro ed ex vivo su colture cellulari umane, al fine di valutare le proprietà biologiche dei prodotti vegetali. Il laboratorio si avvale della strumentazione necessaria alla preparazione dei prodotti vegetali e alla realizzazione dei più comuni saggi “farmacognostici” come vetreria specifica, essiccatori, mulini, vagli, percolatori, maceratori, bagno ad ultrasuoni, Naviglio Estrattore, distillatori ed estrattori di vario tipo e secondo Farmacopea. Sono presenti inoltre una cappa chimica ed una cappa biologica a flusso laminare, stufe termostatate, un incubatore, uno shaker, una centrifuga, tre bilance analitiche, sei microscopi di vario tipo.

 

Le analisi chimiche sono eseguite mediante cromatografia su strato sottile, cromatografia su colonna, spettrofotometro UV-Vis, reazioni colorimetriche. Le analisi biologiche sono eseguite nella zona sterile del laboratorio di ricerca e prevedono l'utilizzo di test in vitro e di test su cellule umane ex vivo e immortalizzate. Sono presenti apparecchiature per Western Blot, elettroforesi, kit ELISA e un lettore di piastre.

 

Il laboratorio di ricerca si avvale infine di collaborazioni fisse per ampliare il proprio quadro di attività, in particolare con la Società Italiana di Fitoterapia, con il Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Neuroscienze dell'Università di Siena, con il Dipartimento di Medicina Sperimentale e Farmacologia dell'Università di Pisa e con il Centro Interdipartimentale di Spettrometria di Massa dell'Università di Firenze.