Sezione di Scienze Ambientali

Responsabile di sezione: Prof.ssa Maria Cristina Fossi

Presentazione
Esempio ricerca in Scienze Ambientali

Nel contesto nazionale ed internazionale della ricerca e della didattica delle Scienze Ambientali, l’Università di Siena può vantare un trentennio di esperienze e di importanti risultati didattici e di ricerca. 

Il Dipartimento di Biologia Ambientale fu istituito il 1 Gennaio 1984 e pur essendo costituito soprattutto da docenti e ricercatori con formazione biologica e naturalistica, sin dagli inizi, si caratterizzò per l’approccio multidisciplinare allo studio delle interazioni tra gli organismi ed il loro ambiente e per le numerose collaborazioni internazionali. Sin dagli anni 80’ il Dipartimento partecipò alla realizzazione di importanti progetti come quelli sull’inquinamento del Mediterraneo, promossi dal CNR e dalla FAO (UNEP) o quelli della Comunità Europea per la certificazione di matrici ambientali di riferimento e la  messa a punto di protocolli per il biomonitoraggio ambientale. In quel periodo iniziarono e sono tuttora in corso, le ricerche sugli ecosistemi marini e terrestri, inclusi quelli antartici, con importanti contributi alle conoscenze sulla biodiversità, il funzionamento degli ecosistemi e  l’impatto dei contaminanti persistenti e di quelli emergenti come nano materiali, interferenti endocrini e microplastiche sulle comunità biotiche.

Le attività didattiche e formative  non si limitavano ai corsi di Laurea della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, ma assumevano anche rilevanza internazionale con la periodica organizzazione dell’International Summer School for a Multidisciplinary Assessment of Contaminants in the Environment and of Risks for Human Health e di altre scuole estive nell’ambito dei progetti di internazionalizzazione promossi dal Ministero  degli Esteri, tra consorzi di università italiane e straniere.

Nel corso degli anni 90’ il Dipartimento dette notevole impulso allo sviluppo dell’Ecotossicologia ed alle ricerche sui biomarkers e con l’afferenza di docenti e ricercatori di geochimica ambientale, ecologia preistorica, ecologia e sistematica  animale, etologia ed altre discipline, assunse la nuova denominazione “Scienze Ambientali” ed adeguate competenze per avviare un Corso di laurea triennale, una magistrale ed una scuola di dottorato.

In seguito ai recenti processi di riforma, molti ricercatori di Scienze Ambientali sono afferiti nel nuovo Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente con lo scopo di favorire maggiori interazioni con i colleghi dell’Università di Siena che si occupano di gestione del territorio e delle risorse naturali, del Sistema Terra e dei processi globali, di chimica ambientale e sostenibilità.

Grazie a queste sinergie il nuovo Dipartimento è in grado di assicurare nuove opportunità di ricerca ed una offerta didattica qualificata per il corso di laurea triennale in Scienze Ambientali e Naturali, la laurea magistrale in Ecotossicologia e Sostenibilità Ambientale e il Dottorato in Scienze della Terra, Ambientali e Polari. Il fatto che buona parte degli studenti iscritti a questi corsi provenga da altre università (italiane e straniere), probabilmente, costituisce il miglior riconoscimento agli sforzi fatti ed alle competenze  acquisiste in oltre un trentennio di storia.